Poznan e Breslavia, due gioielli polacchi meno conosciuti

Poznan è stata una città importante per la Polonia. A Gniezno, vicino a Poznan, nel 966 fu battezzato il primo sovrano delle tribù dei Polani, Mecislao I. Da visitare: la Piazza del Mercato Vecchio con il Municipio rinascimentale, la Cattedra di San Pietro e San Paolo, il Castello Reale, l’Armeria, la Browary, e tante altre cose. Anche Poznan è una città di affari, famosa per la sua Fiera Internazionale.

cropped-316776_10151153797422376_759789874_n.jpg
Poznań. Foto Polonia per Te

Breslavia invece è la “Venezia del Nord” perché, essendo attraversata da un bellissimo fiume, l’Oder, e dai suoi affluenti, si snoda lungo canali e conta oltre un centinaio di ponti e ponticelli. Da visitare il centro storico con il suo Rynek (Piazza del Mercato), la Ostrów Tumski, l’isola dove si trova la cattedrale gotica di San Giovanni Battista e la Chiesa di Santa Croce, la Sala del Centenario e il famoso Panorama di Racławice, un quadro dipinto da Wojciech Kossak, che raffigura uno degli episodi dell’insurrezione di Kościuszko.

_MG_0114 (2)
Breslavia, Antonina Zofia Tereszko

Tutte e due le città storiche sono belle, piacevoli e molto vivaci, e sembrano un incrocio tra Danzica e Cracovia.

Anche Łódź da poco tempo sta attirando i turisti stranieri, in maggioranza giovani (dista circa 120 chilometri da Varsavia ed è rapidamente raggiungibile in treno). Questa città, con una vocazione contemporanea e un passato relativamente breve, ma molto intenso e complesso, è forse una tra le città più intriganti d’Europa. Qui è nato il terzo museo d’arte contemporanea del mondo MS, qui si trova la famosa Scuola del Film che ha formato tutti gli illustri registi polacchi, compresi Wajda, Kieślowski e Polański. Lodz vanta il più grande patrimonio postindustriale d’Europa di fabbriche dismesse costruite nel XIX secolo, che sembrano castelli fiabeschi di mattoni rossi. Lodz è fra l’altro la protagonista del libro “Terra promessa” del Premio Nobel polacco Władysław Reymont, diventato poi celebre nell’omonimo film di Wajda. La città non ha una piazza del mercato, ma è attraversata dalla più lunga via pedonale d’Europa, lungo la quale si trovano oltre cento bar, caffè, ristoranti, discoteche: la Via Piotrkowska, sede di movida nella vita notturna dei weekend.

©POLONIA PER TE | Tutti diritti riservati

………………………………

Carissimi Amici di POLONIA PER TE,
siamo contenti che ci seguiate con attenzione e condividiate con noi su Facebook le vostre foto e i ricordi della Polonia!

Vuoi conoscere la Polonia? Segui POLONIA PER TE!🇵🇱👍❤

Progetto senza titolo-1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...