I papaveri rossi di Montecassino

La battaglia di Montecassino cominciò nella notte tra l’11 e il 12 maggio 1944. Il 18 maggio la pattuglia del Dodicesimo Reggimento degli Ulani di Podole issò la bandiera polacca sulle rovine dell’abbazia. Nell’attacco morirono 924 soldati polacchi, 2.930 furono feriti, e 345 furono gli scomparsi.

Dopo la battaglia, il teatro Polska Parada fece uno spettacolo a Montecassino, dove per la prima volta fu presentata la canzone “I papaveri rossi di Montecassino / Al posto della rugiada hanno bevuto il sangue polacco… / Sui papaveri camminava il soldato e moriva / Ma della morte più forte era la rabbia! / Passeranno gli anni e passeranno i secoli / Rimarranno solo i segni di quei giorni!… / E solo i papaveri di Monte Cassino / Diventeranno più rossi, perché sono cresciuti dal sangue polacco”.

Il 1° settembre del 1945 fu aperto ufficialmente il Cimitero militare polacco a Montecassino, realizzato dai soldati polacchi che là hanno combattuto e dove riposano 1.072 caduti. Dopo le decisioni della Conferenza di Yalta, i soldati del Secondo Corpo polacco non poterono tornare in patria per motivi politici. La maggior parte di essi fu costretta ad andare in esilio in Gran Bretagna o nei paesi dell’ex Impero Britannico.

Quando il 5 luglio 1945 le potenze occidentali riconobbero il governo provvisorio comunista in Polonia, a Londra fu presa la decisione di liquidare le Forze Armate polacche in Occidente. La maggioranza dei soldati polacchi dovette essere rimpatriata in Polonia. Fu creato il Corpo d’Armata polacco di preparazione e dislocazione con lo scopo di preparare i soldati alla vita civile in esilio. Così essi e le loro famiglie cominciarono ad emigrare in massa a Londra. Di circa 249 mila soldati, in Polonia ne tornarono 105 mila, mentre 120 mila preferirono andare in esilio.

Il 31 ottobre 1946 il generale Władysław Anders lasciò l’Italia con l’ultimo convoglio del II Corpo d’Armata polacco diretto in Gran Bretagna. Nell’estate del 1946 fu girato in Italia il film La Grande Strada, prodotto dal Centro di Cultura e di Stampa dello stesso II Corpo d’Armata. Realizzato a Cinecittà, a Roma, il film però non è stato mai proiettato in Polonia fino al 1989.

Foto:

  1. Il 18 maggio la pattuglia del Dodicesimo Reggimento degli Ulani di Podole issò la bandiera polacca sulle rovine dell’abbazia
  2. La stessa bandiera oggi è esposta all’Istituto Polacco e Museo di Sikorski a Londra
  3. L’urna con la terra rossa dal sangue dei soldati polacchi morti in battaglia, raccolta sul Monte Cassino il 17 V 1944, oggi all’Istituto Polacco e Museo di Sikorski a Londra

 

©POLONIA PER TE | Tutti diritti riservati

………………………………

Carissimi Amici di POLONIA PER TE,
siamo contenti che ci seguiate con attenzione e condividiate con noi su Facebook le vostre foto e i ricordi della Polonia!

Vuoi conoscere la Polonia? Segui POLONIA PER TE!🇵🇱👍❤

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...